In News

L’ Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile adottata il 28 Settembre 2015 dalle Nazioni Unite stabilisce un quadro globale per l’eliminazione della povertà e il conseguimento dello sviluppo sostenibile entro il 2030, sulla base degli obiettivi di sviluppo del millennio (OSM), adottati nel 2000. Primo accordo globale che definisce un programma d’azione universale ed esauriente, l’Agenda 2030 prevede un insieme ambizioso di 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) e 169 obiettivi associati, che richiedono per la loro realizzazione la mobilitazione di tutti i paesi e di tutte le parti interessate e che incidono sulle politiche nazionali.

L’Agenda 2030 comprende anche il programma d’azione delle Nazioni Unite adottato a luglio in occasione della conferenza di Addis Abeba, che presenta i diversi mezzi necessari per attuare l’Agenda 2030, comprese le risorse interne, i finanziamenti privati e gli aiuti pubblici allo sviluppo (APS).

[su_column size=”1/1″ center=”yes”]agenda-fbshare[/su_column]

L’UE ha svolto fin dall’inizio un ruolo di primo piano contribuendo a questo processo, ed è ora impegnata a portare avanti tale Agenda, sia nell’UE, ad esempio attraverso future iniziative dell’UE come, tra l’altro, la strategia sull’economia circolare, che propone modelli di produzione e consumo più sostenibili, sia attraverso le politiche esterne dell’UE, mediante il sostegno agli sforzi di attuazione in altri paesi, in particolare in quelli che ne hanno maggiormente bisogno.

Il vertice ONU che adotterà la nuova Agenda 2030 si sé svolto presso la sede delle Nazioni Unite a New York il 25-27 settembre con la partecipazione di oltre 150 capi di Stato e di governo di tutto il mondo.

Per maggiori informazioni visita il sito:

https://sustainabledevelopment.un.org/post2015/transformingourworld

0

Start typing and press Enter to search