In News, Progetti Per Esempio Onlus, PROVACI

Il 27 aprile la presentazione del progetto PRO.V.A.C.I. – Profili di Volontari in Apprendimento di Competenze per l’Inclusione

Lo scorso febbraio è partito PRO.V.A.C.I., un progetto sul tema della partecipazione attiva sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD attraverso il bando “Con il Sud che partecipa”. Il progetto è promosso dall’associazione Per Esempio in partenariato con ASCC, CESIE, Assessorato alla Partecipazione e alla Mobilità del Comune di Palermo, Libera Palermo, SEND e con il dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione dell’Università di Palermo. PRO.V.A.C.I. ha l’obiettivo di mobilitare l’agire volontario dei cittadini, creare un sistema di ricerca, allocazione e valorizzazione del servizio di volontariato e facilitare l’incontro tra organizzazioni e volontari profilati secondo competenze specifiche.

Le attività che, sulla base del progetto, coinvolgeranno i volontari e le organizzazioni saranno condotte principalmente in due ambiti, l’accoglienza e l’inclusione dei migranti e la povertà educativa.

Il prossimo 27 aprile alle ore 10, nel quadro dei festeggiamenti dei tre anni di attività dello spazio Moltivolti a Ballarò, si terrà l’evento di presentazione del progetto, a cui prenderanno parte, oltre a Claudio Arestivo dell’associazione Per Esempio, Carlo Andorlini, esperto di sistemi collaborativi e docente dell’Università di Firenze, Giusto Catania, Assessore alla Partecipazione del Comune di Palermo, Cristiano Inguglia, docente della Facoltà di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione dell’Università di Palermo e Giovanni Zinna, cofondatore di Moltivolti.

Durante l’evento sarà presentata la piattaforma online www.provaci.org, uno dei principali strumenti del progetto. Si tratterà del luogo virtuale in cui, dopo l’accreditamento, domanda e offerta di volontariato potranno incontrarsi sulla base delle esigenze delle organizzazioni e delle aspirazioni dei giovani che intendono fare del volontariato un’esperienza formativa strutturata e non mero assistenzialismo. La piattaforma permetterà anche la circolazione e lo scambio di idee e buone pratiche relative al mondo dell’economia collaborativa.

A tale scopo, il progetto effettuerà una mappatura delle organizzazioni interessate ad offrire un’esperienza di volontariato, elaborerà una profilazione dei volontari e ne promuoverà la formazione. Sarà infine creato un modello di certificazione e riconoscimento delle competenze acquisite attraverso l’esperienza effettuata.

A margine della presentazione di PRO.V.A.C.I., nel pomeriggio del 27 aprile, si terranno i primi due focus group con i rappresentanti delle prime organizzazioni coinvolte: si tratterà di un’analisi mirante a scoprire le loro esigenze in termini di competenze e capacità richieste ai volontari da avviare a un progetto.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

logo act